DONNE SACERDOTE? SI!header

Responsive image

INIZIO

SETTE RAGIONI

CONTRO IL PAPA?

DISPUTA

MENU

Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------

Corpo, Sesso e Genere

Introduzione a questa sezione

La resistenza all'ordinazione di donne poggia su profonde radici sociali e psicologiche . Esse formano una rete intricata nella quale si intrecciano il concetto di Dio, gli atteggiamenti verso il corpo e la sessualità, i ruoli che sono stati attribuiti agli uomini ed alle donne, la contraccezione nel matrimonio, il celibato obbligatorio e numerosi altri aspetti delle credenze cattoliche tradizionali e della pratica.

Il concetto ‘Femminile’ e ‘Maschile’ di Dio
In religione vi sono due approcci complementari a Dio.
1. L'approccio mistico,che cerca la comunione e la partecipazione. E' fondato sulla nostra esperienza di unione con la natura e con nostra madre.
2. La sottomissione e l'arrendersi a Dio come il Totalmente Altro. Deriva dalla esperienza della nostra personalità in rapporto a nostro padre.
Una relazione matura con Dio le richiede entrambe. Nella Cristianità il secondo approccio è stato spesso predominante.
Un breve sommario in :
‘Due modi di mettersi in relazione con Dio di John Wijngaards.
La storia delle religioni mostra che nei tempi più antichi le popolazioni celebravano il loro senso di unione con il Divino attraverso il culto della Grande Madre.
Intorno al 2000 AC l'adorazione di una Divinità Maschile si sviluppa nel Medio Oriente portando con sè una nuova civiltà ed una nuova consapevolezza, ma anche le conquiste,la violenza e la dominazione culturale maschile.
L'esperienza Giudaico-Cristiana di Dio è stata fortemente influenzata da questo ambiente a predominanza maschile.
Le implicazioni di questo mutamento sono descritte in:
‘La Separazione dalla Natura e l' Abbandono dell'Aspetto Femminile dello Spirito ’, di Anne Baring.
Il Mito della Creazione e la Caduta della Genesi
L'origine del genere umano e la sua caduta sono stati decritti in un 'mito' che ha le fondamenta nelle Scritture ispirate. Vedi : ‘Il Mito della Creazione e la Caduta ’.
Il termine 'mito' è qui usato in senso tecnico , e non come 'una storia priva di verità '.
Per una analisi critica del testo vedi: La donna nel Vecchio Testamento : storie della creazione di John Wijngaards.
Il Mito della Caduta descrive l'esperienza della nostra separazione dalla matrice naturale ed il sorgere dell'autoconsapevolezza. Fin qui tutto bene .
Sfortunatamente, questo mito ha dato origine a manifestazioni dottrinali che sono psicologicamente dannose:
~ la sofferenza,la morte ed il peccato sono la punizione per il primo peccato;
~ la donna è sottomessa all'uomo;
~ il genere umano è contaminato dal peccato;
~ esiste una separazione tra lo spirito e la natura, la mente ed il corpo, il pensiero ed il sentimento;
~ il principio femminile viene svalutato; l'anima, la natura, la donna, l'istinto, il sentimento ed il corpo.
Vedi le eccellenti analisi psicologiche e culturali:
* Il Mito della Caduta nella dottrina del Peccato Originale di Anne Baring;
* Eva: la Madre di tutti i Viventi di Anne Baring e Jules Cashford.
L'immagine negativa di Eva [=la Donna] nella tradizione Cristiana
L'immagine negativa di Eva , prese avvio nei circoli religiosi ebraici e venne aggravata dal pregiudizio Ellenistico-Romano.Si radicò presso i Padri della Chiesa.
Presto influenzò la spiritualità e la pratica Cristiana, e divenne parte della teologia e della legge ecclesiastica.
Vedi questi studi :
* ‘Eva nella Cultura Cristiana ’ di Anne Baring e Jules Cashford;
* ‘Religiosi e medicina: la biologia antica ed i Padri della Chiesa sulla natura della donna ’ di Kim Power;
* La donna è considerata in stato di punizione per il peccato di John Wijngaards.
Le ombre lunghe del Passato
Il godimento cristiano del sesso Domande frequenti
Le fantasie La nudità I contraccettivi La colpa L’omosessualità La masturbazione
Molte delle cose che devono essere riformate nella Chiesa derivano da questo passato .Faremo qui numerosi esempi.
Il tabù contro le mestruazioni impose severe restrizioni alle donne nella Chiesa dal quarto al diciannovesimo secolo. * La donna è considerata impura di John Wijngaards;
* ‘Il Sangue Femminile: Antico Tabù e sue conseguenze nel Cristianesimo ’, da Eunuchi per il Cielo di Uta Ranke-Heinemann.
L'atteggiamento negativo della morale della Chiesa nei confronti della sessualità ha lasciato cicatrici profonde nella vita delle coppie sposate.
“L'insegnamento tradizionale sul sesso, lungi dall'essere infallibile, è reso triste, malsano e sospettoso, un ridicolo travisamento della verità che ha turbato la vita degli sposi per intere generazioni. Il rapporto sessuale, invece di essere visto come parte intrinseca e santa dell'unione matrimoniale , venne invece considerato il mezzo corrotto attraverso il quale si trasmette il peccato originale, rapporto al quale si può ricorrere solo al fine della nascita dei figli .” (Elizabeth Price)
Sull'origine della proibizione dei contraccettivi e le conseguenze sull'amore matrimoniale, vedi Trovare il Peccato dove non c'è di Elizabeth Price, e
Concepito nel Peccato di A. Koraszewski.
La distinzione tra maschio e femmina conservata dalle autorità romane non ha senso, nè in prospettiva biologica nè in prospettiva teologica.
1. Non esiste la perfetta dicotomia maschio/femmina presupposta da Roma.
2. Il simbolismo del sacerdote ' solo maschio' nega i principi Cristiani.
~ Secondo Roma, il contrasto tra i sessi dipende dal fatto che l'uomo è il corpo ad immagine di Dio, e la donna il corpo nel suo stato naturale di animalità .
~ Nel simbolismo nuziale dello sposo-maschio e della sposa-femmina che viene utilizzato per difendere la mascolinità del sacerdozio, c'è un esplicito riferimento alla funzione sessuale associata al sacerdozio che spiega come il simbolismo della Messa si è trasformato dalla celebrazione della morte e della resurrezione in una celebrazione di un rapporto sessuale focalizzato sulla sessualità maschile. Ciò rende la teologia Cattolica esplicitamente fallocentrica, giacchè il fallo è divenuto il simbolo del dono di sè del Cristo durante la messa.
~ Le strutture patriarcali di Roma si sono talmente solidificate intorno ad una teologia fallocentrica da rendere quasi impossibile che una donna possa sentirsi presenza simbolica nella vita della chiesa. Ciò è più che mai evidente: assenza, negazione e non essere, un corpo sottomesso all'animalità senza alcun accesso a ciò che simbolizza una personalità teologica.
* Per una valutazione biologica vedi Biologia per Teologi: uno punto di vista scientifico sulla Ordinazione riservata ai maschi di Roberta Meehan;
* Una analisi penetrante del simbolismo teologico in ‘Il corpo femminile ed il sacerdozio sacramentale nella Teologia Cattolica neo-ortodossa’ di Tina Beattie.

Lo squilibrio psicologico sulla morale sessuale influenza anch'esso il giudizio delle autorità della chiesa circa l'ordinazione delle donne. * ‘Le Radici Psicologiche della Resistenza Maschile al Sacerdozio delle Donne ’, Student Christian Movement, Bristol 1980.
* ‘ Malintesi della Sessualità e Resistenza al Sacerdozio Femminile , Sidney Callahan
* ‘Clericalismo Maschile e Paura delle Donne ’, Rosemary Radford Ruether
* ‘Anatomia e Ministero: Le Donne saranno Sacerdoti ? ’ , Emily C. Hewitt
La violenza contro le donne continua ad essere giustificata nella pratica. “La Legittimazione degli Abusi contro le Donne nella Cristianità ” di Maria Anna Rossi.

Leggi anche: * ‘Le Radici Psicologiche della Resistenza Maschile al Sacerdozio delle Donne’.
* Le mogli dei membri del clero nel XII· secolo
La Chiesa ufficiale continua a negare alle donne i diritti fondamentali che ,in quanto membri effettivi della Chiesa, ed in eguaglianza con gli uomini, dovrebbero avere, condividendo in Cristo Cristo,il sacerdozio ,il governo e lo stato profetico. * Legge Ecclesiastica e Donne Sacerdote di John Wijngaards;
* ‘Lo Status della Donna nel Codice di Diritto Canonico e nella Convenzione delle Nazioni Unite’, di Marie-Thérèse Van Lunen Chenu e Louise Wentholt;
* “I Diritti Umani nella Chiesa: Un non-diritto per le donne nella Chiesa ? ”, di Marie-Thérèse Van Lunen Chenu.
Il linguaggio sessista domina ancora nella Liturgia e nella pratica pastorale della Chiesa . * ‘Il discorso maschile su Dio nella liturgia ed i sui effetti sulle donne ’, Ida Raming;
* ‘Maria-Teresa non è per davvero un 'figlio' della Chiesa!’, Marie-Thérèse van Lunen Chénu.
* ‘Scelte Linguistiche di Base: Dio, Donne, Equivalenza ’, Elizabeth A. Johnson.
Ma c'è ancora molto da dire !

This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research

Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.