DONNE SACERDOTE? SI!header

Responsive image

INIZIO

SETTE RAGIONI

CONTRO IL PAPA?

DISPUTA

MENU

Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------
Come scrivere la storia della vostra vocazione

Come scrivere per noi la storia della vostra vocazione

Se siete una donna Cattolica e pensate di avere una vocazione per il sacerdozio, vi saremmo riconoscenti se scriverete la vostra storia per il nostro sito Web

John Wijngaards, webmaster di www.womenpriests.org, mi ha chiesto, come donna che vive con la percezione di essere chiamata al sacerdozio, di fare da coordinatrice di questa sezione del sito. Una gran parte di esso presenta degli argomenti teorici, e ciò va bene. E' importante, tuttavia, che la parola venga data alle donne che pensano oggi che Dio le chiami ad un ministro ordinato.

Per la mia esperienza di vita , io so come sia difficile innanzitutto capire la veridicità della chiamata di Dio e poi informare gli altri. Per questo John ed io abbiamo deciso di includere , oltre alle testimonianze, una capitolo centrato sulle realtà incontrate quando si risponde a questa chiamata. Noi ameremmo sostenere le donne che pensano di essere chiamate. Esaminate poi attentamente i documenti relativi al 'sostegno alle vocazioni' di questa sezione.

Perchè dovete scrivere la vostra storia

E' importante per coloro che sono nella Chiesa, per i semplici fedeli come per i membri della gerarchia, che si rendano conto del fatto che - esattamente come gli uomini- molte donne sono chiamate da Dio al sacerdozio. Se non parliamo, come potrà risvegliarsi la Chiesa Cattolica ?

Io so per esperienza che non è facile scrivere di sè . Non ho trovato agevole redigere la mia storia ( vedi qui) perchè avevo la sensazione di espormi senza difesa. E' impossibile sapere chi finirà per leggere questa storia: il mio vescovo? un membro della Curia romana? un vecchio compagno di scuola ? ecc. ecc. ! Ci si può aspettare che la platea potenziale che vi si potrebbe tuffare o trovarla per caso sia più varia di quella di un libro. Alcuni leggono 'in diagonale' i testi proposti da un sito ( lo so perchè lo faccio io stessa) e dunque la testimonianza deve essere divisa in più parti e presentata in modo attraente .

Ho deciso di firmare la mia testimonianza benchè io trovo che questa cosa può intimorire. Io ho sempre provato tuttavia a non nascondere la mia vocazione di modo che coloro che mi conoscono non saranno sorpresi ed ho fiducia che Dio influenzerà il cuore e lo spirito di quelli che non mi ascoltano con benevolenza. John e io comprendiamo che per altre persone sia preferibile attualmente restare anonime ed è bene che sia così . Nessun dettaglio verrà dato se non quello che voi ci autorizzerete a dare . Da parte mia, io penso che il tempo è venuto, noi dobbiamo parlare di ciò che Dio ha fatto in noi e per noi. Se ci lasciamo guidare dal timore delle conseguenze possibili, allora niente cambierà mai. Come mi ha detto un giorno Soline Vatinel, fondatrice di BASIC (Sisters and Brothers in Christ [Sorelle e Fratelli in Cristo], il gruppo irlandese che milita in favore dell'ordinazione delle donne ), se gli Apostoli avessero atteso che non vi fosse più alcun rischio ad uscire dal Cenacolo, essi non lo avrebbero mai fatto

Nel sollecitare le vostre testimonianze, noi cerchiamo quelle donne che hanno compreso dopo qualche tempo di essere chiamate ad un ministero ordinato e che hanno avuto già l'occasione di parlarne ai propri parenti, ai loro amici, e possibilmente ad un sacerdote , al vescovo , al direttore spirituale o informato un gruppo di sostegno all'ordinazione delle donne. Soprattutto, prima di decidere di rendere pubblica la sua testimonianza , una donna deve sentirsi ben salda nella propria vita e nel suo ministero .

Mettere la propria storia su Internet è una decisione importante ed è necessario pregare a lungo prima di cominciare a scrivere.

Forma della vostra testimonianza

Vi chiediamo di fornirci un testo di 1.000 / 2.000 parole. Separatelo in brevi capitoli, con un titolo interessante . John ed io potremmo essere spinti a rivedere il vostro testo e ad aggiungere se necessario questi titoli . Vi invieremo una copia del testo prima di pubblicarlo su Internet . Successivamente, potrete sempre modificarlo, aggiornarlo o anche ritirarlo in tutto o in parte rivolgendovi a John o a me.

Le questioni che seguono servono solo a fornire una traccia alle vostre riflessioni . Non dovete necessariamente rispondere alle questioni in quell'ordine ma provate a trattare questi argomenti :

Questioni da affrontare:

1. Dettagli biografici .

2. Come ho avuto l'idea di diventare sacerdote ?

3. Perchè io desidero esercitare un ministero ?

4. Cosa mi porterà l'ordinazione?

5. Come vedo il ministero? Qual è la mia visione della Chiesa futura nella quale voglio lavorare ?

6. Quali sono le difficoltà personalmente affrontate e che cosa dovrò fare per superarle ?

7. Perchè penso che questa chiamata viene da Dio ?

Se, in questo momento, pensate di non dover scrivere la vostra storia per noi, ma siete interessata a mantenere un contatto, benissimo . Sentitevi libera di scrivermi. La vostra testimonianza potrà sempre essere pubblicata successivamente quando vi sentirete pronta ad inviarla .

P.S. Restate in contatto con noi se avete bisogno di altre informazioni o se volete parlare con me della vostra vocazione

Colette Joyce

Indice di ‘vocazione’

Segni di una vocazione

Viaggio nella vocazione

Tappe

Rispondere alle critiche

Scrivere la vostra testimonianza


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research

Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.