Go to our home page! Contattaci!
Come trasferire donazioni! Diventa un(a) amico(a)! Donate sicuramente Ricordateci nel tuo testamento! Scrivici!
Le conseguenze sociali della nostra campagna

Le conseguenze sociali della nostra campagna

L’ordinazione delle donne arricchirà la Chiesa del loro carisma. Questo avrà conseguenze spirituali e pastorali, e avrà enormi implicazioni anche per la condizione femminile.

Offriamo due esempi: uno dall’Asia e l’altro dall’Africa. Le donne continueranno a soffrire, anche socialmente e fisicamente, finché la Chiesa continuerà ad escluderle da ruoli direttivi al suo interno.

Sradicare l’oppressione delle donne in Asia

Sradicare l’oppressione delle donne in AsiaRead the complete letter here!“Siamo membri della Chiesa Cattolica di Malaysia, siamo stati e siamo ancora impegnati in organizzazioni ecclesiastiche, comunità cristiane di base, organizzazioni inter-religiose e varie organizzazioni non governative a favore delle donne, della giustizia, dei poveri e degli emarginati. Appoggiamo fortemente la richiesta di sostegno finanziario per mantenere www.womenpriests.org. Concordiamo con gli argomenti a favore dell’ordinazione delle donne diffusi dal vostro sito, e sosteniamo pienamente il sacerdozio femminile nella Chiesa Cattolica”.

“Nella nostra cultura, dove le donne valgono meno, sono meno privilegiate e meno sacre, abbiamo disperatamente bisogno di cambiare la mentalità tanto degli uomini quanto delle donne per creare una società giusta. La Chiesa Cattolica è riconosciuta per il suo ruolo guida sulle questioni della giustizia e della solidarietà con i poveri, ed è nella stessa posizione di guida e di influenza per quanto concerne lo sradicamento dell’oppressione sulle donne. Quando le donne saranno ammesse al sacerdozio nella Chiesa Cattolica, il suo insegnamento che donne e uomini sono fatti entrambi ad immagine di Dio diventerà credibile. Con questa mossa, la Chiesa Cattolica darebbe finalmente il dovuto riconoscimento alla dignità delle donne e al loro ruolo nella società.” Firmato da 27 donne e uomini

Proteggere le donne dall’AIDS in Africa

Read the full story here!Un altro esempio pertinente è il problema dell’AIDS in Africa, un problema enorme. Nel corso dell’ultimo ventennio 24 milioni sono morti di AIDS, 2,3 milioni solo nel 2003. In alcuni paesi il 40% della popolazione è infetto. In una società patriarcale spesso sono le donne e i bambini ad essere vittime innocenti.

E’ tragico che l’autorità dottrinale ufficiale della Chiesa Cattolica Romana, il Papa e la Congregazione per la Dottrina della Fede di Roma, dichiarino ancora l’uso dei contraccettivi "un male in sé" in ogni circostanza, anche durante un'epidemia come l’AIDS. Secondo gli insegnamenti ufficiali cattolico-romani, le donne non possono proteggersi dalle avance dei mariti nemmeno quando questi sono infetti da AIDS.

L’origine di questa assurda proibizione sta non solo in un’errata interpretazione dei princìpi cristiani, ma anche nel fatto che le donne non hanno voce in capitolo: tutto è deciso dagli uomini.