DONNE SACERDOTE? SI!header

Responsive image

INIZIO

SETTE RAGIONI

CONTRO IL PAPA?

DISPUTA

MENU

Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------
Maria, sacerdote che offre il sacrificio

Maria, Sacerdote che offre il sacrificio

Tutti i cristiani prendono parte al sacerdozio del Cristo attraverso quello che viene chiamato il sacerdozio comune dei fedeli . La Tradizione tuttavia attribuisce a Maria qualcosa di più di questo e ciò si evidenzia in particolare nel modo con cui Maria è considerata sacerdote che offre il sacrificio , in uguaglianza ed in parallelo con i ministri dell'Eucaristia.

  1. Maria è spesso chiamata in modo esplicito " sacerdote che offre il sacrificio" , “sacrificatrice”.
  2. Maria ha offerto in sacrificio Gesù nella Presentazione al Tempio
  3. Maria ha agito al Calvario come il sacerdote che offre il sacrificio

Maria, Sacerdote che offre il sacrificio

• “Vi saluto, giovinetta che offre il sacrificio ! ” Teodoro lo Studita (826 D..C.)

La Presentazione al Tempio

Uno degli esempi delle attività di Maria come sacrificatrice venne individuata dalla Tradizione in quell'avvenimento che viene chiamato la Presentazione di Gesù al Tempio ( in altre occasioni chiamata Purificazione delle Vergine ) . Luca 2, 22-35 dice che Maria e Giuseppe si recarono a Gerusalemme per presentare Gesù al Signore. Il contesto parla di sacrificio. Numerosi teologi ed autori spirituali hanno meditato su questo avvenimento. Essi lo considerarono come una anticipazione del Calvario. Gesù era all'epoca ancora molto giovane, così Maria si recò al Tempio per offrirlo al Padre per tutti. Poichè Gesù non ha potuto compiere questo sacrificio , Maria agì come sacerdote delegato ad agire in suo nome.

• “Offrite vostro Figlio, o Vergine sacra e presentate al Signore il frutto benedetto del vostro ventre. Offrite per la nostra riconciliazione quest'ostia santa, gradita a Dio. Il Padre accetterà il dono nuovo, l'ostia preziosissima della quale lui stesso disse: " Questo è il mio amato Figlio, sul quale ho versato tutto il mio amore.’ ” (Mt 3, ). S Bernardo di Clairvaux (1090 - 1153), “In Purificatione Mariae”, Sermo III, in Sancti Bernardi Opera Omnia, ed. J. Mabillon, Parigi 1982, p. 370 col. b.

• “Dopo che la vergine sacra giunse all'altare si inginocchiò, infiammata dallo Spirito Santo più che un serafino, e tenendo suo figlio nelle mani , essa lo offrì come un dono ed un sacrificio gradito a Dio pregando così: "Accettate, Padre onnipotente, accettate questa offerta che io vostra serva.vi presento per il mondo intero . Accettate dalle mani della vostra serva questo sacrificio santissimo del mattino, che vi sarà offerto sulle braccia della croce come sacrificio alla sera . Degnatevi di gettare il vostro sguardo Padre santissimo su chi vi presento e guardate alla ragione per la quale io ve lo offro.’ ” S. Tommaso di Villanova (1486 - 1555), “Concio I in Purificationem”, Opera, Manila 1883, vol. 4, p. 397.

• “Maria possiede la dignità, il compito e la funzione del sacerdozio del Nuovo Testamento. Durante la Purificazione offre suo Figlio a Dio con mani sacerdotali..Con le sue mani di sacerdote , essa offre suo Figlio a Dio, e con questo sacrificio ha coperto la funzione di sacerdote spirituale....” Ippolito Marracci (1604 - 1675), Leonis Mariale, 1651, “N° 1. In Purificationem”, pp. 151-152.

• “La principale funzione dei sacerdoti dell' Antica legge era quella di offrire a Dio le vittime ed attraverso questa cerimonia consacrarle all'altare e prepararle al sacrificio. E' per svolgere questa parte fondamentale del sacerdozio che Maria entrò nel Tempio portando suo Figlio tra le braccia.....” Jacques Biroat (166), “Sermone sulla Purificazione ”, Misteri etc., pp. 177-184.

•“Maria svolge le sue funzioni sacrificali su due piani : in un modo improprio ed indiretto fornendo l'ostia santa.. ed in maniera più diretta, più nobile e più immediata concorrendo a questo prezioso sacrificio: offendo la medesima ostia che le appartiene per la sua maternità.. essa ne diviene la sacerdotessa , immolando a Dio questo Figlio divino per la salvezza del mondo e guadagnando per noi con questa offerta la grazia e la gloria .” Lazare Dassier (1692), 3o Sermone sulla Purificazione, l.c. p. 270.

• “In realtà, il duplice compito del Pontefice non è quello di offrire e di consumare la vittima, di immolarla e di comunicarla ? Ora Maria e Simeone non hanno compiuto un giorno questo duplice compito ? Non è tra le braccia di Maria che si trova Gesù durante la Presentazione ? Non è questa Vergine sacerdotessa che offre suo Figlio al Padre eterno ?
Simeone non ne accoglie questo bambino dalle sue mani per comunicarsi a questa vittima adorabile, consumare il sacrificio dei suoi giorni e mescolare con le voci del suo Dio gli ultimi sospiri del suo cuore ? Non è in nostro nome che Maria e Simeone esercitarono il duplice ufficio ? Si, fratelli, è in nostro nome che essi sono associati al sacerdozio reale e rivestiti del del sovrano sacrificio .” Sébastien Dutreuil, Sermoni scelti , Lione 1757.

• “Nella Purificazione , la Vergine ha anticipato il sacerdozio della Nuova Alleanza .” Jean Puy, Dévouement du Chrétien à la Très sainte Vierge, Parigi 1780, p. 9.

• “[Nella Presentazione ] nel Tempio Maria ha offerto un vero sacrificio ..Malgrado le avversioni e le resistenze del suo amore materno , riunendo il compito sacerdotale alla sua qualità di madre, essa lo immola con le sue stesse mani alla grazia dell'Altissimo ed in salvezza degli uomini: suo Figlio, il suo stesso Figlio, il frutto prezioso della sua maternità virginale, il suo unico Figlio, l'anima della sua anima che lei ama più di se stessa .” C. L. Richard, (1796), Sermone 63 sull'Assunzione Parigi, vol. 67, p. 699.

Il sacrificio del Calvario

E' in particolare al Calvario che gli atti sacrificali di Maria vengono svolti. Molti teologi e molti autori spirituali pensano che sia altamente significativo che Maria sia descritta " in piedi " davanti alla Croce. : " Vicino alla croce stava in piedi sua madre " (Giovanni 19, 25). Essa doveva rimanere in piedi poichè questo è l'atteggiamento del sacerdote davanti all'altare quando celebra il rito sacrificale. Maria viene considerata paragonabile al sacerdote che offre Gesù al Padre, in unione con Gesù stesso.

• “La beata Vergine...in piedi davanti alla croce, insieme a suo Figlio, offrì a Dio per noi il corpo stesso di suo Figlio, e con la sua pietà vi aggiunse il suo corpo e la sua anima secondo le parole di Luca (Luca 2, 35) : ‘Una spada dolorosa trafiggerà la tua anima ’” . Engelbert d’Agmont, (1250 - 1331), Treatise of... Blessed Virgin Mary, parte III, cap. 6.

• “Maria è sacerdotessa [sacerdotissa] con giustizia poichè essa non ha risparmiato suo figlio, non per testimoniare le sofferenze di suo figlio, ma nella prospettiva della salvezza della razza umana, sacerdotessa che offre lei stessa il Figlio di Dio per la salvezza del mondo.” S. Antonio di Firenze (1389 - 1459), Summa Theologica Moralis, IV, Tit. 15, c. 3, §3.

• “Nessuno ignora che Maria, svolgendo una funzione sacerdotale in piedi davanti alla croce , offrì per noi a Dio Padre un'ostia vivente che non era altri che suo Figlio : essa 'non lo risparmiò ' , ma lo consegnò per tutti noi .” Francis de Osuna, Pars Occidentalis, Evangeliorum Quadragesimorum Expositiones, Anversa 1536, p. 36 verso.

• “Infine essa subì il martirio di sua piena volontà. Poichè essa era in piedi davanti alla croce di sua volontà , come disse Ambrogio; Sacerdote, per la salvezza della razza umana , per subire essa stessa la sofferenza , essendo questa la volontà divina: offrendo, come un gran sacerdote, l'unico figlio amatissimo, più perfetta di Abramo che offre Isacco; [ essa offrì suo figlio ] per la salvezza degli uomini ed intercedere per loro. ” Jan Mombaer (1501), Rosetum, titolo 24, sezione 4.

• “Proprio come Maria, non soltanto, in unione col Padre donò suo Figlio al Mondo, ma anche , in unione con il Figlio , l'offrì per il mondo con devozione sacerdotale . Stando in piedi davanti alla croce. La volontà di suo Figlio divenne la sua volontà. Poichè suo Figlio rinunciò a se stesso per il mondo, ma essa rinunciò volontariamente a lui che amava più di se stessa. ” Ferdinando Chirino de Salazar (1575 - 1646), In Proverbiis, VIII, n° 211, vol. 1, 622D-623A.

• “Quello che è più ammirevole è che, fatto di carità prodigiosa, essa compì insieme le due funzioni in un maniera santissima. Essa sacrificò ed amò. Essa è sacerdote senza cessare d'essere madre. Possiamo dire che essa continuò ad essere madre al fine di svolgere il compito del sacerdote e per poter offrire il più grande dei sacrifici quando la vittima fu interamente formata. .” Félix Ceuillens (1679), Les douze estoilles etc., Parigi 1676, ivi p. 295.

• “Se fosse stato necessario...Maria avrebbe preso lei stessa i chiodi, preparato il martello, offerto le corde per legare suo Figlio alla colonna, come fece Abramo. Fu come se essa, con le sue mani materne , avesse legato la vittima .” Giacomo Ventura (1792 - 1861), La Madre di Dio, madre degli uomini, Lione 1845, pp. 214, 294, 297, 325-327.

• “Maria fu il ministro dell'Incarnazione: tutto qui. Essa non aveva il diritto di scendere dal Calvario come un sacerdote non ha il diritto di lasciare l'altare nel mezzo del sacrificio della messa... Essa dovette coricarlo nella tomba dopo averlo coricato nella mangiatoia .. Il suo sacerdozio consiste in questa continuità di ministero” F. W. Faber, The Foot of the Cross, Londra 1857, p. 399.

• “Maria è in piedi. Perchè ? Vi è qui un mistero,ed è che Maria non è soltanto un testimone della morte di Gesù, ma essa è il sacerdote che offre la prima vittima che si immola per noi. La Croce, ecco l'altare; Gesù, ecco la vittima. Non cercate un altro sacerdote, esso è Maria .” J.M. Raynaud, Maria modello. Stazione del mese di maggio , Tolosa 1843, vol. n° 2, pp. 251-252.

• “Non contenta di aver fatto con la sua propria carne la Vittima necessaria , di averla nutrita ed allevata, sapendo bene che la preparava al sacrificio, non viene l'essere sacerdotessa in unione col caro Figlio, testimoniata dalla sua presenza ai piedi della croce ...? ” J.M. Lemarchal, Paraphrase, Thonnelle 1867, p. 110.

• “Essa sta in piedi...Essa è nell'atteggiamento di colui che compie una funzione. Ma quale funzione compie Maria ? La funzione di colui che compie un sacrificio. Entrando nei disegni del Padre, essa offre la vittima che salva il mondo ,che lo libera. Essa la sacrifica misticamente mentre è sacrificata realmente; essa rappresenta l'umanità che deve offrire , col Cristo, il sacrificio del Cristo. Essa rappresenta il sacerdote che, ogni giorno, offre la vittima santa , di modo che essa è stata il primo sacerdote, colei che per prima ha offerto il sacrificio.. ” C. E. Berseaux, Dizionario di Teologia cattolica , Parigi 1822, vol. 2, p. 793-794.

• “Ella sta in piedi ! Io vedo Maria in piedi sul monte sacro come tutti quelli che offrono il sacrificio devono stare sull'altare. Ella condivide in qualche modo il calice ed il sacerdozio eterno di suo Figlio per offrire se stessa in olocausto.. Ella sta in piedi ! Che sacerdote e che sacrificio ! ” Cardinale Maury, Rivista mensile di culto mariano , 8 (1891) p. 77.

• “Si, Maria sta in piedi vicino alla Croce, e ciò al fine di compiere a favore dell'uomo che si è perduto un sacrificio pubblico e volontario di ciò che è di più caro al suo cuore. Così essa diventa cooperatrice di Dio nella sua grande opera: essa diventa sacerdotessa, essa che fu incaricata di compiere , per l'umanità, l'olocausto dell'amatissimo figlio . “Cardinale Wiseman, Sermoni, New York 1866, p. 364.

• “Maria si fonde nella Redenzione; essa sta in piedi davanti alla croce, in piedi come colui che offre un sacrificio ” Cardinale L. E. Pio, La Vergine Maria , Parigi 1881, p. 303.

• “Maria al Calvario sta in piedi , come chi offre un sacrificio, Virgo Sacerdos , che offre nel suo cuore la Vittima al mondo ” Cardinale C. L. Laplace, Maria, madre di grazie, Rennes 1884, p. 13.

• “Gesù Cristo è insieme Sacerdote e Vittima. E' vittima, poichè si immola, ma è Sacerdote nello stesso tempo, poichè, seguendo le sue parole, è lui stesso e di sua libera volontà che abbandona la sua vita. I giudici e i carnefici non sono che gli strumenti di questo sacrificio che è offerto e compiuto da Lui: " E' di mia volontà che do la mia vita.." Ora, seguendo il pensiero dei Santi Padri, la Santa Vergine condivide col divino Salvatore questa duplice qualità di Vittima e di Sacerdote. Come il Salvatore ha potuto dire che che egli compiva lui stesso il sacrificio della sua vita abbandonandosi ai carnefici, così possiamo dire in tutta verità che la Santa Vergine immolò essa stessa la divina Vittima per la perfetta unione della sua volontà con quella di Gesù Cristo in questo sacrificio e per questo sacrificio .” P. Jeanjacquot (1804 - 1891), Semplici spiegazioni etc., pp. 125-126.

home
Home Page? 1. Maria, un Sacerdote? 2. Maria, Sacerdote che offre il sacrificio 3. Maria, modello di Sacerdote 4. Maria ed il sacramento dell'Ordine 5. Teologi ed autori 6. Galleria di Dipinti
Indice dei documenti di questa sezione

Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research