Paolo proibì alle donne di insegnare?

Paolo escluse le donne dall'insegnamento e dal presiedere le assemblee. Con questo, egli stabilì una norma permanente - che esclude le donne dal ministero sacerdotale. "
Inter Insigniores § 9 - 12

"Paolo distinse, nell'ambito del ministero, tra i suoi collaboratori donne e i colleghi uomini. "
Inter Insigniores
  The Congregation for Doctrine in Rome

Congregazione per la Dottrina di
Roma

Background music?



Non c'è bisogno di accusare Paolo!

Sì, Paolo impose alle donne divieti che erano ispirati al costume locale. Per esempio, egli voleva che le donne portassero il velo durante le sedute di preghiera:
1 Corinzi 11,2-16. .

In questi testi Paolo talvolta 'razionalizza', cioè: usa argomenti popolari che non contengono insegnamenti dottrinali.
  Il ministero sacerdotale di Cristo procede dal nostro divenire suoi sacerdoti attraverso il battesimo.

Bene, Paolo ha predicato la fondamentale uguaglianza di uomini e donne in Cristo attraverso il battesimo: Galati 3,27-28..
E' vero che alcuni discepoli di Paolo proibirono alle donne di insegnare. Ma questo era solo per venire incontro ai bisogni specifici della loro comunità. La proibizione non si applica all'intero futuro della Chiesa come norma permanente.

Leggi: 1 Timoteo 2,1-12 e1 Corinzi14,34-35 .
 
  Non può essere fatta alcuna valida distinzione tra due presunte categorie nell'ambito dei collaboratori di Paolo: i veri ministri e quelli che non lo sono. Ed è chiaro che Paolo annoverava le donne tra i suoi collaboratori.

Leggi: Bernadette Brooten.


I testi delle scritture possono fuorviarci se non li interpretiamo correttamente.Go to the next step?


Questa è una presentazione semplificata, strutturata in "punti chiave". Per passare ad un metodo accademico, clicca qui!


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

Wijngaards Institute for Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

=Wijngaards Institute for Catholic Research