DONNE SACERDOTE? SI!
header

Responsive image
INIZIO SETTE RAGIONI CONTRO IL PAPA? DISPUTA MENU
Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------
Le sens “littéraire”

Il senso "letterario"

Regole per una interpretazione corretta della Sacra Scrittura
Il 'senso letterale'
La portata limitata
I generi letterari
Razionalizzazioni

Regola n° 1 : Noi dobbiamo sapere ciò che l'autore umano di un testo scritturale vuole dire prima di trarre qualche conclusione relativa a ciò che Dio ci vuole comunicare.

...si deve considerare come affermato dallo Spirito Santo tutto ciò che affermano gli autori ispirati o agiografi ...l'interprete della Sacra Scrittura, per cogliere chiaramente quali rapporti Dio ha voluto con noi, deve scoprire ciò che gli agiografi hanno voluto farci comprendere realmente, ciò che è piaciuto a Dio farci conoscere attraverso la loro parola .”

La Rivelazione Divina n° 11 e 12, Concilio Vaticano II, Fides, Montréal & Paris 1967, pp. 109-110.

Quello che viene chiamato senso "letterario" , è il senso che ha voluto darci l'autore umano della Scrittura.

Nota : l’elemento importante è ciò che l'autore ha voluto dire, e non la "lettera" delle parole .

Perchè la "lettera" non è sufficiente .

Io invece dico a voi: - Amate i vostri nemici, fate del bene a chi vi odia e pregate per quelli che vi perseguitano e vi calunniano,
affinchè siate figli del Padre vostro, che è nei cieli, il quale fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi e fa piovere sui giusti e sugl'ingiusti..

Matteo 5, 44-45.

Il senso generale è evidente. Ma supponiamo di volerci spingere più lontano e domandarci cosa significhi l'affermazione secondo la quale Dio “fa sorgere il sole” . Noi potremmo cadere nell'errore di credere che queste sono le parole che contano e limitarci a consultare un dizionario .

E' ciò che fanno i fondamentalisti e di letteralisti . Essi pensano che si può capire il senso di una frase da quello delle sue parole. . Tuttavia, questa maniera di procedere può portare in un vicolo cieco .

Fondamentalisti, è diventato un termine per qualificare i cristiani conservatori che si attengono ad una serie di dottrine anguste, anti-scientifiche e spesso intolleranti . Il nome deriva da una serie di 12 di opuscoli intitolata " I Fondamenti" che vennero pubblicati nel 1902 dalla Lega Americana per la Bibbia . In essi, viene difesa l'interpretazione tradizionale della Bibbia in opposizione ai risultati degli studi moderni sulla Scrittura .

I letteralisti traggono il senso di un testo dal senso superficiale delle sue parole, senza tener conto del contesto o del genere letterario . Non bisogna dunque confondere una interpretazione "letteralista" da quella che viene chiamata intepretazione "letteraria" !

Nel sedicesimo secolo, ad esempio, l'astronomo Copernico fu il primo a dimostrare che non è il sole a girare intorno alla terra, ma la terra a girare intorno al sole. I cristiani letteralisti rifiutarono questa scoperta poichè, dicevano, essa "è contraria alle Scritture ispirate " . Matteo 5, 45 è uno dei testi citati per sostenere questa posizione . Poichè Gesù ha detto : "Dio fa sorgere il sole: “, di conseguenza ,sostenevano, è il sole che si muove e non la terra. Un altro testo egualmente male interpretato è Giosuè 10, 12-15 nel quale si dice che Giosuè fece fermare il sole. In ragione della solidità di tali interpretazioni letteraliste , nel 1633 Galileo Galilei fu arrestato per ordine del Sant'Uffizio , costretto a ritrattare la sua convinzione per la quale è la terra che gira intorno al sole e condannato agli arresti domiciliari fino al termine della sua vita !

Ma se le parole non possono determinare il senso di una frase, dove si trova tale senso ? La risposta è: in quello che noi chiamiamo " senso letterario" .

Cos'è il senso letterario ?

Il senso letterario di un testo, al contrario del suo senso letteralista, è il senso che ha voluto dargli l'autore originario. In altri termini , noi dobbiamo domandarci : cosa ha voluto dire questo autore ? In un testo, non dobbiamo leggere nè più nè meno che ciò che l'autore aveva in testa.

Quando Gesù cita suo Padre che fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi, egli non vuole affatto insegnare astronomia . La scienza moderna non gli interessa e sarebbe stata del tutto incomprensibile ai suoi uditori. La questione di sapere se è la terra al centro oppure il sole non trova affatto risposta nelle parole interpretate alla lettera . Gesù ha semplicemente fatto ricorso ad un modo comune di parlare come del resto facciamo noi ancora oggi. Noi diciamo : " si leva il sole" a dispetto delle nostre conoscenze astronomiche moderne.

Qui parliamo di un importante principio che si applica a tutti gli autori della Scrittura . Esso afferma, in effetti, che Dio parla per bocca di autori umani . Dio si serve del loro spirito e del loro cuore e si serve del loro modo di parlare . Noi non potremo sapere veramente ciò che Dio vuole dirci se non indaghiamo su ciò che vuol dire l'uomo che è suo strumento.

La regola del senso "letterario" è strettamente legata ad altre regole :

John Wijngaards


Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research