DONNE SACERDOTE? SI!header

Responsive image

INIZIO

SETTE RAGIONI

CONTRO IL PAPA?

DISPUTA

MENU

Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------
Canoni del Concilio di Nicea 1

Canoni del Concilio di Nicea

I Sottotitoli dei Canoni Arabi Attribuiti al Concilio di Nicea (325 DC)

La coabitazione delle donne con i vescovi, i presbiteri e i diaconi è proibita a causa del loro celibato.

Interpretazione corretta della Tradizione
* tradizione scritturale
* tradizione ‘dinamica’
* tradizione ‘latente’
* tradizione ‘matura’

Canone IV. “Decretiamo che i vescovi non vivano con delle donne, nè i presbiteri che sono vedovi , non le accompagnino; nè siano familiari con loro, nè posino insistentemente lo sguardo su di loro.E la stessa delibera è fatta per i sacerdoti celibi, e i diaconi che non hanno moglie. Sia così nel caso che la donna sia bella o brutta, o sia giovane oppure oltre la pubertà, o grande, o anche un'orfana da portare con sè col pretesto della carità. Perchè il diavolo attraverso quest'arma uccide i religiosi, i vescovi, i sacerdoti ed i diaconi, e li incita al fuoco del desiderio .Ma se è una donna anziana, ed avanti d'età , o una sorella ,o la madre,o la zia , o la nonna , è permesso vivere con loro perchè queste persone sono libere dal sospetto dello scandalo."

Le diaconesse convertite dall'eresia

Canone XIX. “Riguardo ai seguaci di Paolo che desiderano ritornare nella Chiesa Cattolica, essi devono essere ribattezzati. Se ,comunque, qualcuno ha avuto la funzione di sacerdote ed è immacolato ed irreprensibile, egli deve essere battezzato ed ordinato da un vescovo della Chiesa Cattolica.Allo stesso modo devono essere trattate le diaconesse e chiunque abbia avuto un ufficio ecclesiastico.Riguardo alle diaconesse che sono in questa posizione ricordiamo ai responsabili della chiesa che esse non possiedono ordinazione, ma devono essere considerate nel laicato con ogni rispetto..

Nota. E' chiaro che questa non è una asserzione generale sull'ordinazione delle diaconesse. Riguarda i seguaci di Paulo di Samosata, un'eresia della quale il Primo Consiglio di Nicea si è dovuto occupare.

Dei padrini nel battesimo.

Canone XXII. “Gli uomini non terranno le donne alla fonte,nè le donne gli uomini; ma gli uomini i maschi e le donne le femmine.”

Dell'essere giusti verso la prima moglie

Del prendere una seconda moglie, dopo che la prima è stata abbandonata per qualche cosa, o che non l'ha mandata via , e di colui che accusa falsamente la moglie di adulterio.

Canone LXVI. “Se qualsiasi prete o diacono manderà via sua moglie a causa della sua fornicazione, o per altra causa, come suddetto, o la getterà fuori di casa , o per cambiarla per un' altra più bella, o migliore, o più ricca, o fa così a causa della sua concupiscenza questo dispiace a Dio; e dopo che è stata mandata via per qualcuna di queste cause contrarrà matrimonio con un' altra, oppure senza averla mandata via prenderà un' altra; e le avrà entrambe, mentre vivono separatamente dormendo ogni notte con l'una o con l'altra , oppure le mantiene nella stessa casa o nello stesso letto, sia egli deposto. Se è un laico sia privato della comunione. Ma se qualcuno accusa falsamente sua moglie di adulterio, cosicchè questo diventa di dominio pubblico, il fatto venga diligentemente esaminato; e se l'accusa risulta infondata, egli venga deposto se è un chierico, e se è un laico gli venga proibito di entrare in chiesa ed allontanato dalla comunione; E sarà costretto a vivere con colei che ha diffamato, sia essa deforme, povera o insana; e se non rispetterà l'ordine venga scomunicato dal Sinodo.”

Uguale giustizia per uomo e donna nei divorzi

Canone LXVI, cont. “ Qualunque presbitero o diacono manderà via sua moglie senza l'offesa della fornicazione, o per qualsiasi altra causa, e la caccierà dalla sua casa ...tale persona sarà cacciata dal clero, se è un chierico, e se è un laico sarà allontanato dalla comunione dei fedeli... Ma se quella donna (accusata falsamente di adulterio da suo marito) ,vale a dire sua moglie, rifiuta la sua compagnia a causa del danno che gli è stato arrecato e delle accuse che sono state portate contro di lei, e delle quali è innocente, sia lasciata libera di mandarlo via e sia scritto per lei un libretto di ripudio, in virtù della falsa accusa portata contro di lei. E se allora essa desiderasse sposare un altro uomo,è giusto che essa faccia così, nè la Chiesa lo impedisca; e lo stesso permesso sia esteso agli uomini come alle donne, dal momento che c'è la stessa ragione per entrambi. Ma se i loro rapporti miglioreranno, e si riconcilieranno la benevolenza e l'amore del consorte, la sua colpa sia condonata dopo una adeguata e sufficiente penitenza.Ed i padri del sinodo scomunicheranno che si pronuncerà contro questa delibera.”

Su monache, suore e diaconesse

Canone LXXIV. “Come le suore, le vedove e le diaconesse dovrebbero tenere la loro residenza nei monasteri; del sistema come istruirle; e delle elezione delle diaconesse, dei loro doveri e dei loro servizi.”

Cristo ha Escluso le Donne dal Sacerdozio?’ - titolo di un libro classico.
Trovate qui la traduzione italiana completa!

Abbiamo molti documenti sul tema dell’ordinazione delle donne diacono.
Torna a Donne Diacono-Visione d’insieme

‘Home page’ italiano.

Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research