DONNE SACERDOTE? SI!
header

Responsive image
INIZIO SETTE RAGIONI CONTRO IL PAPA? DISPUTA MENU
Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------
Testo ricostruito da sette Manoscritti
Interpretazione corretta della Tradizione
* tradizione scritturale
* tradizione ‘dinamica’
* tradizione ‘latente’
* tradizione ‘matura’


L'Ordinazione delle Donne Diacono nella Tradizione Greco/Bizantina

Testo ricostruito da sette Manoscritti


Questo è il rito di ordinazione per le diaconesse come venne ricostruito nel 1647 da Giacomo Goar utilizzando almeno sette manoscritti. Goar afferma di essersi servito dei documenti presenti nella biblioteca reale ( di Francia ?) , e delle collezioni Barberini, Grottaferrata, di San Marco a Firenze, Tilliana, Allaziana e Coresiana .Vi sono inclusi, senza dubbio, i manoscritti de Nicolis e Giorgio Varo , ed altri ancora.

Il testo greco venne pubblicato, assieme alla traduzione in latino di Goar , in Euchologion sive Rituale Graecorum, Parigi 1647; pp. 262-264; con delle note pp. 264-267.



commenti ‘Preghiera di Ordinazione(cheirotonia) di una diaconessa’
Tutti gli ordini maggiori erano conferiti all'interno della chiesa, dinnanzi all'altare. Dopo l'offertorio sacro, quando le porte della chiesa sono state aperte, davanti al Diacono comincia la litania 'Tutti Santi' ; la donna che è ordinata Diacono viene presentata al Vescovo.
Questa era una dichiarazione pubblica che una persona veniva eletta al diaconato .Si veda il testo nel manoscritto Vaticano . Proclama il ‘Divina Grazia’ [asserzione].
L'imposizione delle mani era la 'materia' del sacramento dell' Ordine Sacro. La diaconessa china la sua testa, il Vescovo impone la sua mano sulla sua fronte, fa in tre tempi il segno della croce su di lei, e prega così:
Questa è la preghiera dell'ordinazione, la 'forma' del sacramento,e consiste principalmente nella chiamata dello Spirito Santo. “Dio Santo ed Onnipotente, attraverso la nascita del Tuo Figlio Unigenito, il nostro Dio, da una Vergine secondo la carne, hai santificato la donna. Accorda non solo agli uomini, ma anche alle donne la grazia e la discesa dello Spirito Santo. Ti preghiamo, Dio, considera questa tua fedele serva che si dedica al compito del Tuo diaconato, e versa in lei l'abbondaza del Tuo Spirito Santo.
Conservala durante compimento del suo ministero ([leitourgia]) secondo quanto ti piace , nella fede piena e nella condotta irreprensibile.
Per Te ogni gloria, e onore ed adorazione, Padre, Figlio e Spirito Santo, ora e sempre . Amen.”
Preghiere per la nuova diaconessa vengono aggiunte nelle litanie di intercessione . Quando i fedeli rispondono 'Amen' uno dei diaconi prega e dice :
‘Preghiamo Dio nella pace .
Per la pace del paradiso,ed il bene di tutto l'universo preghiamo Dio.
Per la pace in tutto il mondo, preghiamo Dio.
Per il nostro arcivescovo , per il suo sacerdozio, aiuto, perseveranza , pace, salute e lavoro delle sue mani, preghiamo Dio.
Per la diaconnessa , che è stata ora ordinata, per la sua salvezza, preghiamo Dio .
Perchè il Signore misericordioso le conceda un diaconato sincero e perfetto, preghiamo Dio.
Per il nostro devoto ed amato da Dio l'imperatore, preghiamo Dio.
Possiamo noi essere liberi. ”
L'imposizione delle mani ancora una volta è importante. Mentre il diacono recita le litanie di intercessione, il Vescovo,stando in piedi impone le sue mani sulla testa della diaconessa, e prega in questo modo:
Questa è la seconda preghiera dell'ordinazione.Tutte le ordinazioni ai sacri ordini maggiori hanno due preghiere di ordinazione. “Dio, Padre ,tu non rigetti le donne che si dedicano a Te a servire nella Tua santa casa ,con sacro consiglio come dovrebbe essere fatto, ma li ammetti all'ordine dei ministeri.
Concedi il dono del Tuo Spirito Santo anche a questo Tuo servitore fedele che vuole dedicarsi a Te e compiere la grazia del diaconato, come hai accordato questa grazia alla Tua serva Febe, che avevi eletto al lavoro del ministero[ leitourgia].
Fa, o Dio, che possa perseverare senza colpa nel Tuo tempio santo, e che possa essere accurata la sua condotta, specialmente nella sua modestia.
E fa che il Tuo servitore fedele si perfezioni, così che, quando starà in piedi davanti al giudizio del Tuo Cristo, possa ricevere una ricompensa degna della sua buona condotta , attraverso la misericordia ed l' umanità del Tuo Figlio Unigenito, così sia."
La vestizione del ministro con i paramenti appropriati è una pubblica attestazione del nuovo stato come diacono. Dopo che si risponde 'Amen' , il vescovo mette la stola intorno al collo della diaconessa, sotto il suo mantello, sistemando le due estremità sul davanti . Il diacono che sta in mezzo a loro dice: 'Ricordiamo tutti i santi '
Il far tenere il calice alla diaconessa dà una nuova conferma che questa è una piena ordinazione diaconale , anche se normalmente essa non distribuisce la comunione. Al momento della comunione la nuova ordinata prende parte del corpo sacro e del sangue prezioso, le mani del Vescovo le porgono il calice. Lei accetta e poi lo ripone sulla tavola santa[= l'altare].

L' analisi del rito di ordinazione dimostra che l'ordinazione delle diaconesse era identica all'ordinazione dei diaconi, ed indiscutibilmente un'ordinazione sacramentale.

Cristo ha Escluso le Donne dal Sacerdozio?’ - titolo di un libro classico.
Trovate qui la traduzione italiana completa!

Abbiamo molti documenti sul tema dell’ordinazione delle donne diacono.
Torna a Donne Diacono-Visione d’insieme

‘Home page’ italiano.

Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research