DONNE SACERDOTE? SI!header

Responsive image

INIZIO

SETTE RAGIONI

CONTRO IL PAPA?

DISPUTA

MENU

Nederlands/Vlaams Deutsch Francais English language Spanish language Portuguese language Catalan Chinese Czech Malayalam Finnish Igbo
Japanese Korean Romanian Malay language Norwegian Swedish Polish Swahili Chichewa Tagalog Urdu
------------------------------------------------------------------------------------
La Tradizione latente

La Tradizione latente, lungo i secoli, mostra la possibilità di ordinare le donne al sacerdozio

Interpretazione corretta della Tradizione
* tradizione scritturale
* tradizione ‘dinamica’
* tradizione ‘latente’
* tradizione ‘matura’

La Chiesa ha sempre ritenuto che la sua vera Tradizione non è completamente espressa attraverso le sue pratiche e le sue dichiarazioni. La Tradizione contiene anche il Vangelo che nostro Signore non ha scritto ma che ha insegnato verbalmente ed impresso nel cuore degli uomini, e del quale gli evangelisti hanno messo più tardi una parte per iscritto, ma del quale una parte più grande è stata semplicemente affidata ai cuori dei fedeli (Joseph Ratzinger, ”On the Interpretation of the Tridentine Decree on Tradition" ("Sull'interpretazione del decreto tridentino sulla Tradizione"), in Revelation and Tradition, di K. Rahner e J. Ratzinger, Burns & Oates, Londra 1966, pp. 50- 68). Questa Tradizione è conosciuta sotto il nome di “Vangelo del cuore”.

Io sostengo che, attraverso i secoli, i cattolici hanno saputo, nel profondo dei loro cuori che gli uomini e le donne fossero uguali davanti a Dio e che non esiste nessuna obiezione fondamentale alla ordinazione delle donne al sacerdozio. Questa intima convinzione è il sensus fidelium”, il senso cristiano della fede, lo spirito della Chiesa : Ecclesiae Catholicae sensus, o alle volte consensus Ecclesiae, ricordando che in questa espressione la parola Chiesasignifica tutta la comunità dei cristiani.

Ecco ciò che è importante ricordare sulla Tradizione latente :

• Una tale verità interiore può non essere riconosciuta per lunghi periodi. Il cardinale Newman la definiva come la realtà e la permanenza interiore, per distinguerla dalla confessione esplicita della fede. “L’assenza , o l'assenza parziale , o la natura incompleta delle dichiarazioni dogmatiche non dimostrano per nulla, nello spirito della Chiesa , l'assenza di intuizioni o di giudizi impliciti.. Possono passare dei secoli senza che una verità sia espressa formalmente sebbene essa esista nelle strade segrete dell'animo di milioni di fedeli .”

• La verità interiore segue la crescita tipica di una semente . “La Tradizione è vivente perchè essa viene trasmessa da spiriti viventi, da spiriti che vivono in una determinata epoca. Costoro affrontano dei problemi o riscoprono delle risorse , in un dato periodo, che conducono ad arricchire la Tradizione, o la verità che essa contiene, di reattività così come di caratteristiche di qualcosa di vivente : adattabilità, reattività, crescita e fecondità. La Tradizione è vivente perchè essa risiede negli spiriti che vivono in essa, attraversando una storia fatta di azioni, problemi, dubbi, resistenze, di nuovi apporti e di domande che chiedono una risposta.” (Johann Möhler).

• La Tradizione è una presa di coscienza progressiva della Chiesa. Il suo ruolo nella Chiesa è simile a quello della presa di coscienza nella vita individuale: intelligenza e memoria, intuizione ,testimonianza ed espressione della personalità. Questa presa di coscienza, tuttavia, è particolare perchè essa proviene da Cristo. Essa concerne i doni che essa ha ricevuto in custodia .

Per saperne di più sulla Tradizione latente !

Se esaminiamo la storia della Chiesa (la nostra storia come comunità dei credenti in Cristo) , noi scopriremo, nonostante l'opposizione culturale alla ordinazione delle donne, una coscienza costante che è in contrasto con le idee sociali e culturali ufficialmente accettate. Questa coscienza sulla capacità delle donne ad essere ordinate sacerdote si è manifestata in maniere diverse

1. Nel corso dei secoli, i fedeli hanno avuto devozione verso Maria sacerdote. Essi vedevano intuitivamente, grazie al loro “senso della fede ”, che Maria ha preso parte al sacerdozio di Cristo più di chiunque altro . Questa idea suggerisce implicitamente la forte convinzione ,abitualmente non espressa, che Maria, benchè donna, avrebbe potuto senza difficoltà essere ordinata sacerdote, allo stesso titolo di qualunque altro uomo. In alcuni momenti, questa convinzione si è espressa esplicitamente.Ecco una serie di documenti su Maria sacerdote presentata su questo sito .

2. Vi sono stati nel passato alcuni casi isolati di donne ordinate al sacerdozio, in particolare nel sud Italia . “Come storico della cristianità antica, devo sottolineare che la Tradizione dei primi cinque/sei secoli non ha affatto condannato all'unanimità il sacerdozio femminile come si crede abitualmente. (Leggete:Note sul sacerdozio femminile nell’antichità in margine a una testimonianza di Gelasio I, Prof. Giorgio OtrantoVetera Christianorum, 19, 1982, 341-360.

3. Tutti i sacramenti sono amministrati nel nome di Cristo.Le donne già amministrano i sacramenti del battesimo e del matrimonio.

4. Lungo i secoli, delle donne eccezionali hanno manifestato la coscienza della loro eguaglianza con gli uomini davanti a Cristo, manifestando in tal modo la loro vocazione ad una partecipazione piena al sacramento dell'Ordine.

Cristo ha Escluso le Donne dal Sacerdozio?’ - titolo di un libro classico.
Trovate qui la traduzione italiana completa!

Abbiamo molti documenti sul tema dell’ordinazione delle donne diacono.
Torna a Donne Diacono-Visione d’insieme

‘Home page’ italiano.

Versione italiana di www.womenpriests.org curata da Francesco Rocca.


This website is maintained by the Wijngaards Institute for Catholic Research.

John Wijngaards Catholic Research

since 11 Jan 2014 . . .

John Wijngaards Catholic Research